Skip to content

Celiachia?

Condividi

Scoprire di essere Celiaci può essere un brutto colpo, molti cibi sono preclusi, soprattutto in Italia, patria mondiale di Pizza e Pasta.

Non lasciatevi prendere dal panico, una consulenza con un Nutrizionista è fondamentale per compiere i primi passi in direzione del vostro nuovo stile di vita.

Un po’ di nozioni:

La Celiachia è spesso erroneamente chiamata “intolleranza al Glutine” e altre volte confusa con l’allergia al frumento. Mentre l’unica intolleranza certificata è quella al Lattosio (e raramente ad altri zuccheri) e le allergie sono reazioni immunitarie appartenenti ad una categoria diversa, la Celiachia è una patologia autoimmune dove il sistema immunitario aggredisce le cellule intestinali creando infiammazione cronica e deterioramento della struttura della mucosa intestinale (in particolare dei villi).

Il glutine è una proteina contenuta nel frumento e in altri cereali come orzo, farro e segale, ed è solo in parte responsabile della Celiachia, là dove la “colpa” principale è del sistema immunitario che “impazzisce” è aggredisce le cellule dei villi intestinali che espongono sulla loro superficie parti di glutine (in particolare gliadina) durante la digestione. Per questo motivo i cibi contendenti glutine devono purtroppo essere eliminati dalla dieta. Fortunatamente, eliminando il glutine dalla propria alimentazione, i sintomi della Celiachia regrediscono e la qualità della vita migliora nettamente.

Il Nutrizionista svolge un ruolo importante a posteriori rispetto alla diagnosi di Celiachia che va tassativamente eseguita da uno Specialista in Gastroenterologia, in accoppiamento se necessario con uno Specialista in Allergologia e Immunologia (per escludere altre ipotesi). Infatti, troppo spesso vengono eseguiti esami non validati scientificamente, basati su premesse improprie e in sedi inopportune. Il potenziale malato quindi non giunge ad una corretta diagnosi e può non ricevere le giuste cure.

Il ruolo del Nutrizionista è informare correttamente il paziente sui cibi che può assumere con tranquillità e quelli che invece deve evitare. Seguendo un Percorso Alimentare Personalizzato con me, capiremo insieme se avete seguito il corretto iter diagnostico e in seguito creerò una alimentazione bilanciata con gli alimenti che potete mangiare fornendovi informazioni sugli alimenti che possono sostituire quelli a voi preclusi.

L’alimentazione che vi consegnerò conterrà oltre alle indicazioni generali sugli alimenti corretti per voi, anche il giusto bilanciamento dei nutrienti e terrà conto anche di altre eventuali necessità: purtroppo infatti, un effetto collaterale frequente della Celiachia diagnosticata tardivamente è il basso peso corporeo. In alternativa, nella pratica clinica, mi è capitato anche di incontrare persone che a seguito della diagnosi di Celiachia e nell’intento di eliminare il glutine dalla propria dieta, avevano commesso errori nel bilanciamento dei nutrienti e nelle dosi, causando un aumento eccessivo del proprio peso.

Il mio lavoro sarà quindi quello di tenere conto sia della vostra diagnosi di Celiachia, sia eventualmente della vostra necessità di recuperare peso o di perdere quello che negli anni avete guadagnato.

Contattatemi per ulteriori informazioni sul Percorso Alimentare Personalizzato.