“ESISTE UNA DIETA PER OGNI PATOLOGIA! E NON VE LO DICONOOO…1!11!!!”


Sento e leggo spesso in giro per la rete, ma anche in televisione, l’idea che una specifica alimentazione possa curare le malattie. Alcuni pseudonutrizionisti (magari senza alcun titolo e senza nozioni di base e/o peggio ancora con i titoli ma senza alcuna nozione di base) millantano di aver trovato la dieta che cura tutto.

Magari una dieta che nessuno vi propone (perché siamo tutti “cattivoni al soldo delle multinazionali del farmaco”), ma loro invece sì, perché sono liberi pensatori che vogliono il vostro bene (salvo poi vendervi il libro “fuffa” a 25 euro a copia o i loro integratori a 40 euro a confezione).

Bene, se ad una prima occhiata potrebbe essere ovvio che nessuno caschi più nelle trappole alimentari, all’atto pratico poi si scopre che invece un sacco di gente si lascia attirare nella rete.

Questo principalmente per fattori psicologici.

Immaginatevi in una situazione particolare della vostra vita, magari di difficoltà (un parente malato, una diagnosi infausta o anche solo la forte difficoltà a perdere il peso in eccesso che vi costringe sempre a rinunciare a vivere come vorreste).
Ora pensate al vostro Medico di Base, al Nutrizionista o allo Specialista che vi dicono tutti la verità: “La dieta la può aiutare a migliorare la situazione, ma ci vuole costanza, impegno e deve tenere presente che non risolve tutto”.
Poi pensate allo/a pseudoSantone/a in televisione che invece vi dice “Ho inventato questa dieta/integratore che cura tutto/vi fa perdere peso nel giro di una settimana”.
Una menzogna ovviamente, però una bella menzogna. Il vostro desiderio di guarire è lì a portata di mano.

In aggiunta il nostro amico Santone™ ci racconta la frottola che con la sua dieta possiamo smettere di prendere i farmaci cui fino ad ora eravamo costretti.

Metteteci poi quel sentimento di appartenenza che suscita il far parte di una nicchia di persone che pensano di aver capito come gira davvero il mondo e di aver trovato finalmente la soluzione. Il gioco è fatto, siete finiti invischiati nel meccanismo di indottrinamento più vecchio del mondo.

D’ora in avanti, non importa quali prove contrarie vi vengano fornite, sarete assolutamente certi di essere nel giusto, financo a pensare che quelle prove contrarie sono false e costruite ad arte per boicottare il vostro Santone™ impedendogli così di diffondere il verbo.

Ma qual’è la verità? Esiste davvero una dieta per tutte le patologie? Sì e no!

Sì perché mangiare bene e nelle giuste dosi tende ad avere buon esito sulla maggioranza delle patologie (comprese quelle croniche). Sì perché la buona alimentazione opportunamente modificata in base alle linee guida relative ad una determinata patologia, può contribuire a migliorare sensibilmente la prognosi (es. Diabete, Gotta, Malattie Cardiovascolari, Malattie Infiammatorie Gastrointestinali, Obesità ecc.).

No perché pretendere che una dieta curi (cioè annulli la patologia al 100%, come fosse un antibiotico contro una infezione batterica) è eccessivo. Purtroppo nella maggioranza dei casi una buona alimentazione (e se serve, l’associazione con le terapie di elezione) contribuisce a migliorare moltissimo la prognosi. Ma appunto, ci vuole costanza e bisogna continuare ad alimentarsi bene e a curarsi come dice il Medico. Tutto questo serve a mitigare l’esito della patologia, ma non annulla completamente il problema per sempre, dovremo sempre stare più attenti degli altri.

Esattamente l’opposto di quello che fa la maggioranza della popolazione. I dati per esempio ci dicono che in presenza di Ipercolesterolemia una larga parte della popolazione smette di prendere le Statine appena il colesterolo scende, perché pensa di non averne più bisogno. Così avviene anche per le diete: il problema sembra migliorare e le persone smettono di mangiare come devono.

Per cui, la prossima volta che qualcuno cerca di vendervi la soluzione più facile, ricordatevi invece che:

NON ESISTONO SOLUZIONI SEMPLICI A PROBLEMI COMPLESSI.